• In caso di incendio

    Chiamare il numero telefonico nazionale 1515 del Corpo Forestale Dello Stato o gli altri numeri di pronto intervento.

    Seguire le regole suggerite qui di seguito:

    Se è un principio di incendio, tentare di spegnerlo, solo se si è certi di una via di fuga, tenendo le spalle al vento e battendo le fiamme con un ramo verde fino a soffocarle;
    Non sostate nei luoghi sovrastanti l’incendio o in zone verso le quali soffi il vento;
    Non attraversate la strada invasa dal fumo o dalle fiamme;
    Non parcheggiate lungo le strade. L’incendio non è uno spettacolo;
    La strada è chiusa? Non accodatevi e tornate indietro;
    Permettete intervento dei mezzi di soccorso, liberando le strade e non ingombrandole con le proprie autovetture;
    Indicate alla squadre antincendio le strade o i sentieri che conoscete;
    Mettete a disposizione riserve d’acqua ed altre attrezzature;

    Se siete circondati dal fuoco

    Cercate una via di fuga sicura: una strada o un corso d’acqua.
    Attraversate il fronte del fuoco dove è meno intenso, per passare dalla parte già bruciata.
    Stendetevi a terra dove non c’è vegetazione incendiabile. Cospargetevi di acqua o copritevi di terra. Preparatevi all’arrivo del fumo respirando con un panno bagnato sulla bocca.
    In spiaggia raggruppatevi sull’arenile e immergetevi in acqua. Non tentate di recuperare auto, moto, tende o quanto vi avete lasciato dentro. La vita vale più di uno stereo o di uno zainetto!
    Non abbandonate una casa se non siete certi che la via di fuga sia aperta. Segnalate la vostra presenza.
    Sigillate (con carta adesiva e panni bagnati) porte e finestre. Il fuoco oltrepasserà la casa prima che all’interno penetrino il fumo e le fiamme.
    Non abbandonate l’automobile. Chiudete i finestrini e il sistema di ventilazione. Segnalate la vostra presenza con il clacson e con i fari.

    Il numero 1515 può essere selezionato in Italia da qualsiasi telefono a linea fissa, pubblica e privata o da qualsiasi cellulare. La chiamata è completamente gratuita.

    Il numero telefonico 1515 deve essere utilizzato per segnalare qualsivoglia emergenza di carattere ambientale o di sicurezza pubblica (incendio, inquinamento, salvaguardia fauna protetta, soccorso in montagna ecc.).

    Ecco le quattro regole per segnalare un incendio boschivo, che permettono un più rapido ed efficace intervento delle squadre di spegnimento:

    mantenere sempre la calma e parlare con chiarezza;
    indicare con la maggior precisione possibile la località precisando la provincia ed il comune dell’area che sta bruciando;
    segnalare se sul posto vi sono già delle persone che stanno provvedendo a spegnere le fiamme;
    non riagganciare fino a che l’operatore non lo dica, o non abbia ripetuto il messaggio.

    Le segnalazioni di incendi boschivi in corso, attivano delle procedure di intervento costose per uomini e mezzi, ed impegnano personale che non può essere presente su altri fronti, pertanto non si deve mai approfittare di tali numeri inutilmente.

  • In caso di incidente

    Molte volte purtroppo capita di vedere un incidente stradale (magari accaduto da pochi minuti) e non sapere che cosa fare.
    Due sono le reazioni più frequenti: rallentare e curiosare intralciando così traffico e soccorsi oppure accelerare senza prestare alcun soccorso, certi della propria inadeguatezza.
    Per ovviare a questi comportamenti che possono rivelarsi fatali per le persone coinvolte nell’incidente, i volontari dell’Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) hanno elaborato una serie di norme di comportamento sintetizzate in: Cosa Fare e Cosa NON Fare.

    Cosa Fare

    Fermarsi, verificando che le condizioni di sicurezza lo permettano
    Prima di scendere dalla propria auto indossare il giubbino ad alta visibilità
    Controllare che non ci sia rischio immediato di incendio (odore di sostanze infiammabili, fumo)
    Verificare la presenza di feriti
    Allertare i soccorsi segnalando precisamente il luogo dell’accaduto (indicando località, nome della strada, km)
    Collaborare al telefono con l’operatore fornendo più indicazioni possibili (mezzi e persone coinvolte, stato degli incidentati)
    Segnalare l’incidente con l’apposita segnaletica (triangolo ben posizionato ad almeno 50 metri, torce elettriche)
    Posizionare, se ci sono feriti in terra, il proprio veicolo a protezione degli stessi
    Verificare lo stato di coscienza degli infortunati e rassicurarli sull’arrivo dei soccorsi
    Coprire i feriti in presenza di intemperie o basse temperature
    Spegnere il motore delle automobili coinvolte e, se possibile, staccare i fili della batteria (prima il polo negativo – nero)
    Controllare la presenza, fra i veicoli coinvolti, di camion o furgoni con un pannello arancione (che indica trasporto sostanze pericolose o infiammabili) e segnalarlo ai vigili del fuoco comunicando i numeri presenti sul pannello.

    Cosa NON Fare

    Non spostare i feriti se non in caso di pericolo imminente come per esempio un principio di incendio
    Non somministrare acqua o altri liquidi
    Non creare confusione intorno all’infortunato
    Non ostacolare l’arrivo dei soccorsi
    Non fumare
    Non tentare, qualora fosse coinvolto un motociclista, di rimuovere il casco (eventualmente aprire la visiera per facilitare e controllare la respirazione)
    Non tentare di eseguire alcuna manovra senza la certezza di saperla eseguire correttamente (rimozione oggetti conficcati, allineamento delle fratture, ecc.)

    Numeri utili che si suggerisce di memorizzare sul proprio cellulare

    118 emergenza sanitaria
    112 carabinieri
    113 polizia
    115 vigili del fuoco

    Si consiglia di memorizzare con il prefisso “ICE” i numeri delle persone (familiari, amici, …) da contattare in caso di incidente. (Es. ICE nome, ICE nome 2, …)

  • La cassetta del Pronto Soccorso

    La Cassetta del Pronto Soccorso è uno di quegli oggetti a cui nessuno pensa finché non arriva il momento che serve e non c’è.

    Tipicamente è consigliabile che contenga tutti quei piccoli oggetti che possono essere utili quando ci si trova ad affrontare piccole emergenze come tagli, sbucciature o simili. Non esiste in Italia una legge che ne stabilisca il contenuto per un uso casalingo tuttavia solitamente è consigliabile che contenga:

    Guanti sterili monouso (2 paia, maneggiare sangue o altri fluidi corporei può sempre essere a rischio di infezioni).
    Soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio. (È un disinfettante, in farmacia potete cercarlo come Betadine o un altro prodotto equivalente)(1 flacone da 125 ml. Controllate periodicamente la scadenza).
    Soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%)(1 flacone da 250 ml. Serve per lavare le ferite).
    Compresse di garza sterile 18 x 40 cm in buste singole (1).
    Compresse di garza sterile 10 x 10 cm in buste singole (3).
    Pinzette da medicazione sterili monouso (1. È utile per togliere eventuali schegge dalle ferite).
    Cotone idrofilo (1 confezione).
    Cerotti di varie misure pronti all’uso (1 confezione).
    Cerotto alto cm 2,5 (1 rotolo).
    Benda orlata alta cm 10 (1 rotolo).
    Forbici (1 paio. Devono essere usate solo ed esclusivamente per tagliare i cerotti e le bende di questa cassetta).
    Laccio emostatico (1. Per fermare i sanguinamenti più gravi).
    Ghiaccio pronto all’uso (1 confezione).
    Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (1).

    Come vedete sono tutti oggetti che spesso sono già in casa ma dispersi uno da una parte e uno da un’altra e in caso di bisogno devono essere cercati nella concitazione dell’emergenza. Avere invece una scatola che possa essere facilmente identificata (anche da una persona che non conosce casa vostra) e portata sul luogo dell’emergenza permette interventi rapidi e con meno intoppi.

    La Cassetta dovrebbe essere ermetica e collocata in una posizione facilmente accessibile ma lontano dalla portata dei bambini. Se non volete comprarne una apposita procuratevene una che permetta di tenere le cose in ordine mediante dei divisori così che i vari oggetti possano essere trovati facilmente e disegnatevi sopra la classica croce bianca su fondo verde (come l’icona di questa sezione) o applicatevi l’apposito adesivo in modo che sia identificabile con facilità.