Scarica lo Statuto

E’ disponibile il file PDF
dello Statuto

Scarica i Regolamenti Interni

E’ disponibile il file PDF
dei Regolamenti Interni

I Regolamenti Interni

  • Titolo I – Principi Generali

    CROCE VIOLA – PUBBLICA ASSISTENZA DI SESTO FIORENTINO
    STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
    TITOLO I – PRINCIPI GENERALI
    ARTICOLO 1 – DENOMINAZIONE, SEDE ED EMBLEMA
    E’ costituita con sede in Sesto Fiorentino l’associazione denominata
    CROCE VIOLA
    – PUBBLICA ASSISTENZA DI SESTO FIORENTINO
    . L’emblema dell’Associazione è
    costituito da una croce bianco-viola con un giglio rosso iscritto all’interno.
    ARTICOLO 2 – PRINCIPI FONDAMENTALI
    La
    Croce Viola – Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino
    è un’associazione di
    volontariato laica e apartitica.
    Fonda la propria struttura associativa sui principi della democrazia ed è
    formata da donne e uomini che, tramite l’opera volontaria e la partecipazione
    assumono impegni per il raggiungimento di obiettivi di rinnovamento civile,
    sociale e culturale, per affermare i valori della solidarietà, difendere la
    vita, la cultura della pace e della non violenza.
    Può prevedere attività in partnership con Onlus, associazioni o fondazioni,
    sempre che tali attività non vadano in contrasto con i fini statutari o con la
    legge.
    Ha durata illimitata e non ha fini di lucro.
    L’attività associativa si rivolge alla generalità della popolazione e non
    esclusivamente agli aderenti all’organizzazione medesima. Essa si avvale in modo
    determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei
    propri aderenti.

  • Titolo II – I Soci

    CROCE VIOLA – PUBBLICA ASSISTENZA DI SESTO FIORENTINO
    STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
    TITOLO II – I SOCI
    ARTICOLO 6 – REQUISITI
    Possono essere soci della
    Croce Viola – Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino
    le persone che ne condividano le finalità, siano mossi da spirito di
    solidarietà, si impegnino a rispettare lo Statuto, il Regolamento e il Codice
    Etico e sottoscrivano la quota associativa.
    Fatto salvo il diritto di recesso è esclusa la temporaneità della partecipazione
    alla vita associativa.
    Ogni socio ha diritto di voto per tutte le deliberazioni dell’assemblea ivi
    comprese quelle attinenti l’approvazione e le modifiche dello Statuto e dei
    Regolamenti, nonché la nomina degli organi direttivi dell’associazione.
    Ogni socio può farsi rappresentare da un altro socio, avente analogo diritto di
    voto, mediante delega scritta. Nessun socio può essere portatore di più di una
    delega.
    ARTICOLO 7 – SUDDIVISIONE
    Gli associati si suddividono in:
    1.
    ordinari;
    2.
    volontari o effettivi;
    3.
    onorari;
    4.
    sostenitori.
    I soci ordinari sono tutti coloro che aderiscono all’associazione rispettandone
    lo Statuto e i Regolamenti da esso derivati, e si mantengono in pari con le
    quote associative.
    I volontari o soci effettivi sono coloro che, oltre a quanto previsto per quelli
    ordinari, s’impegnano direttamente, senza conseguirne lucro e con continuità,
    per la realizzazione dei progetti, dei servizi e delle attività
    dell’associazione.
    Gli associati onorari sono coloro che contribuiscono alla vita dell’associazione
    con particolare titolo di merito, che hanno dimostrato particolare attaccamento
    alla
    Croce Viola – Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino
    e che hanno
    illustrato e reso operanti, nella società i fini statutari.
    Gli associati sostenitori sono coloro che supportano l’associazione nelle forme
    più appropriate.
    Gli associati ordinari, quelli volontari e i sostenitori sono ammessi dal
    Consiglio Direttivo. Gli associati onorari sono nominati dall’assemblea dei
    soci, su proposta del Consiglio Direttivo.

  • Titolo III – Patrimonio ed Entrate

    ARTICOLO 12 – ESERCIZIO FINANZIARIO
    L’esercizio finanziario dell’associazione inizia il primo gennaio e termina il
    trentuno dicembre di ogni anno. Le entrate sono costituite da:

    quote associative;

    corrispettivi per le prestazioni effettuate;

    rimborsi derivanti da convenzioni;

    entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali attuate
    nel rispetto della normativa vigente e dello Statuto dell’associazione.
    Costituiscono altresì entrate dell’associazione, previa accettazione da parte
    del Consiglio Direttivo:

    contributi di enti pubblici e privati;

    contributi, sponsorizzazione ed erogazioni liberali in denaro;

    oblazioni, donazioni, lasciti testamentari e da ogni altra attività che a
    qualsiasi titolo pervenga all’associazione.
    E’ fatto divieto all’associazione di distribuire, anche in modo indiretto, utili
    e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita
    dell’organizzazione a meno che la destinazione o la distribuzione non siano
    imposte per legge o siano effettuate a favore di altre Onlus che per legge,
    statuto o regolamento facciano parte della medesima e unitaria struttura.
    Gli utili e gli avanzi di gestione dovranno essere impiegati obbligatoriamente
    per la realizzazione delle attività istituzionali o di quelle ad esse
    direttamente connesse.
    ARTICOLO 13 – PATRIMONIO
    Il patrimonio dell’associazione è costituito da:

    beni immobili, beni mobili registrati e beni mobili pervenuti a qualsiasi
    titolo;

    titoli pubblici e privati;

    lasciti, legati e donazioni purché accettati dal Consiglio Direttivo;

    rimborsi.

I Regolamenti Interni

  • Regole Generali

    CROCE VIOLA – PUBBLICA ASSISTENZA DI SESTO FIORENTINO
    STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
    TITOLO I – PRINCIPI GENERALI
    ARTICOLO 1 – DENOMINAZIONE, SEDE ED EMBLEMA
    E’ costituita con sede in Sesto Fiorentino l’associazione denominata
    CROCE VIOLA
    – PUBBLICA ASSISTENZA DI SESTO FIORENTINO
    . L’emblema dell’Associazione è
    costituito da una croce bianco-viola con un giglio rosso iscritto all’interno.
    ARTICOLO 2 – PRINCIPI FONDAMENTALI
    La
    Croce Viola – Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino
    è un’associazione di
    volontariato laica e apartitica.
    Fonda la propria struttura associativa sui principi della democrazia ed è
    formata da donne e uomini che, tramite l’opera volontaria e la partecipazione
    assumono impegni per il raggiungimento di obiettivi di rinnovamento civile,
    sociale e culturale, per affermare i valori della solidarietà, difendere la
    vita, la cultura della pace e della non violenza.
    Può prevedere attività in partnership con Onlus, associazioni o fondazioni,
    sempre che tali attività non vadano in contrasto con i fini statutari o con la
    legge.
    Ha durata illimitata e non ha fini di lucro.
    L’attività associativa si rivolge alla generalità della popolazione e non
    esclusivamente agli aderenti all’organizzazione medesima. Essa si avvale in modo
    determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei
    propri aderenti.

  • Regole per il volontariato

    CROCE VIOLA – PUBBLICA ASSISTENZA DI SESTO FIORENTINO
    STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
    TITOLO II – I SOCI
    ARTICOLO 6 – REQUISITI
    Possono essere soci della
    Croce Viola – Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino
    le persone che ne condividano le finalità, siano mossi da spirito di
    solidarietà, si impegnino a rispettare lo Statuto, il Regolamento e il Codice
    Etico e sottoscrivano la quota associativa.
    Fatto salvo il diritto di recesso è esclusa la temporaneità della partecipazione
    alla vita associativa.
    Ogni socio ha diritto di voto per tutte le deliberazioni dell’assemblea ivi
    comprese quelle attinenti l’approvazione e le modifiche dello Statuto e dei
    Regolamenti, nonché la nomina degli organi direttivi dell’associazione.
    Ogni socio può farsi rappresentare da un altro socio, avente analogo diritto di
    voto, mediante delega scritta. Nessun socio può essere portatore di più di una
    delega.
    ARTICOLO 7 – SUDDIVISIONE
    Gli associati si suddividono in:
    1.
    ordinari;
    2.
    volontari o effettivi;
    3.
    onorari;
    4.
    sostenitori.
    I soci ordinari sono tutti coloro che aderiscono all’associazione rispettandone
    lo Statuto e i Regolamenti da esso derivati, e si mantengono in pari con le
    quote associative.
    I volontari o soci effettivi sono coloro che, oltre a quanto previsto per quelli
    ordinari, s’impegnano direttamente, senza conseguirne lucro e con continuità,
    per la realizzazione dei progetti, dei servizi e delle attività
    dell’associazione.
    Gli associati onorari sono coloro che contribuiscono alla vita dell’associazione
    con particolare titolo di merito, che hanno dimostrato particolare attaccamento
    alla
    Croce Viola – Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino
    e che hanno
    illustrato e reso operanti, nella società i fini statutari.
    Gli associati sostenitori sono coloro che supportano l’associazione nelle forme
    più appropriate.
    Gli associati ordinari, quelli volontari e i sostenitori sono ammessi dal
    Consiglio Direttivo. Gli associati onorari sono nominati dall’assemblea dei
    soci, su proposta del Consiglio Direttivo.

  • Regole per i soci

    ARTICOLO 12 – ESERCIZIO FINANZIARIO
    L’esercizio finanziario dell’associazione inizia il primo gennaio e termina il
    trentuno dicembre di ogni anno. Le entrate sono costituite da:

    quote associative;

    corrispettivi per le prestazioni effettuate;

    rimborsi derivanti da convenzioni;

    entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali attuate
    nel rispetto della normativa vigente e dello Statuto dell’associazione.
    Costituiscono altresì entrate dell’associazione, previa accettazione da parte
    del Consiglio Direttivo:

    contributi di enti pubblici e privati;

    contributi, sponsorizzazione ed erogazioni liberali in denaro;

    oblazioni, donazioni, lasciti testamentari e da ogni altra attività che a
    qualsiasi titolo pervenga all’associazione.
    E’ fatto divieto all’associazione di distribuire, anche in modo indiretto, utili
    e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita
    dell’organizzazione a meno che la destinazione o la distribuzione non siano
    imposte per legge o siano effettuate a favore di altre Onlus che per legge,
    statuto o regolamento facciano parte della medesima e unitaria struttura.
    Gli utili e gli avanzi di gestione dovranno essere impiegati obbligatoriamente
    per la realizzazione delle attività istituzionali o di quelle ad esse
    direttamente connesse.
    ARTICOLO 13 – PATRIMONIO
    Il patrimonio dell’associazione è costituito da:

    beni immobili, beni mobili registrati e beni mobili pervenuti a qualsiasi
    titolo;

    titoli pubblici e privati;

    lasciti, legati e donazioni purché accettati dal Consiglio Direttivo;

    rimborsi.